Agrigento, Comuni, Politica, Province

Informativa antimafia, condannata la Regione Sicilia

Questo articolo è stato visto 620 volte.

12:17 – Il Consiglio di Stato ha commissariato la Regione Sicilia. L’ assessorato all’ Agricoltura pagherà una penalità di mora pari a 100 euro al giorno per ogni giorno di ritardo nell’esecuzione di un decisione. Il titolare di una impresa agricola di Favara, di 24 anni, N G sono le iniziali del nome, ha chiesto e ottenuto nel 2011 dei contributi offerti con apposito bando dalla Regione. E’ intervenuta la Prefettura di Agrigento che, adducendo che il favarese sia lontano parente di soggetti controindicati, ha colpito il giovane imprenditore con una informativa. E la Regione gli ha revocato i contributi. Il favarese, tramite l’avvocato Girolamo Rubino, ha presentato ricorso contro il ministero degli Interni e l’ assessorato regionale all’ Agricoltura. Rubino ha censurato l’ informativa soprattutto per eccesso di potere essendo fondata solo su un lontano rapporto di parentela e non da altri indizi. Il Consiglio di Stato, come già tantissime altre volte, ha sconfessato l’ informativa della Prefettura di Agrigento. Rubino ha ottenuto anche la nomina di un commissario per adempiere secondo sentenza, e lo stesso Consiglio di Stato ha condannato la Regione Sicilia al pagamento in favore del ricorrente di 100 euro al giorno per ogni giorno di ulteriore ritardo.

LA REDAZIONE

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.