Agrigento, Comuni, Politica, Province

Legge di stabilità 2014, destinato all’edilizia scolastica

Questo articolo è stato visto 719 volte.

08:05 – Il Movimento Cinque Stelle con un emendamento alla legge di stabilità 2014 ha ottenuto che l’otto per mille potesse essere destinato all’edilizia scolastica.

Adesso ogni amministrazione comunale e nel nostro caso anche il commissario al Comune e quello alla Provincia regionale dovrebbero individuare gli interventi da realizzare e, conseguentemente, fare richiesta dei fondi necessari per mettere in sicurezza gli edifici scolastici.

Gli attivisti dei Meetup di Agrigento chiedono pertano la convocazione del Consiglio Comunale con oggetto: “Adempimenti relativi alla fruizione dell’otto per mille destinato all’edilizia scolastica” ponendo l’accento sulla necessità di attuare una sana e costruttiva politica nei riguardi dell’istruzione ed una accelerazione di progetti, coerentemente alle richieste dei dirigenti scolastici. E chiedono al commissario alla Provincia regionale di attivarsi a beneficio della scuole di competenza di questo Ente.

Da adesso, destinando l’otto per mille alla sezione Stato, le scuole potranno usufruire di fondi per interventi che riguardano la ristrutturazione, il miglioramento e la messa in sicurezza, l’adeguamento antisismico e l’efficienza energetica degli edifici.

Il Movimento 5 stelle, inoltre, interroga l’amministrazione comunale relativamente al bando CSE (Comuni per la sostenibilità ed efficienza energetica) da 15 milioni di euro, attivo dal 21 luglio 2014 per opere di efficienza energetica e produzione di energia da fonti rinnovabili per i comuni della regione Sicilia, Calabria, Puglia, Campania, ai cui fondi le amministrazioni locali possono attingere per le scuole di competenza comunale (asili nido, materne, elementari e medie) e che prevede un contributo a fondo perduto del 100% del costo ammissibile per la realizzazione di impianti fotovoltaici, solare termico, minicogenerazione, pompe di calore e beni per l’efficienza energetica.

Quali cittadini auspichiamo si faccia il possibile per accedere a tali strumenti finanziari e chiediamo al commissario straordinario di Agrigento e al commissario della Provincia di rendere noti gli eventuali progetti avanzati dall’amministrazione comunale.

Invitiamo i nostri amministratori ad esaminare in maniera solerte ed efficace la normativa, al fine di operare interventi risolutivi mettendo fine alle continue ed onerose improponibili manutenzioni, che, spesso, si rivelano inefficaci, per ottenere una scuola all’avanguardia, tecnologica, sicura, funzionale ed autosufficiente.

 

i Meetup del Movimento Cinque Stelle di Agrigento

 l’addetto stampa

Elio Di Bella

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.