Agrigento, Comuni, Province

Una magia lunga 30 chilometri: ecco la Strada degli scrittori

Questo articolo è stato visto 699 volte.

11:00 – Da Racalmuto a Porto Empedocle, passando per Favara e Agrigento, fino a Caltanissetta, un itinerario lungo trenta chilometri, nel cuore della Sicilia, in cui in cui si potranno rivivere palazzi, castelli, teatri, musei, paesaggi. Ecco la ‘Strada degli scrittori’, un itinerario che invita a percorrere i luoghi vissuti e amati dagli scrittori e quelli descritti nei romanzi. Il progetto, che prende il via da un’idea del giornalista Felcie Cavallaro,è stato presentato oggi dall’assessore al Turismo della Sicilia, Michela Stancheris, insieme con lo Sciacca Film Fest. Due manifestazioni che si terranno da domani al 12 settembre per “fare conoscere e amare le tappe fondamentali di un itinerario turistico e culturale che unisce cinema e letteratura, come dice Stancheris.

La strada ‘degli scrittori’ è la Statale 640, che unisce i luoghi vissuti da Tomasi di Lampedusa a Camilleri, passando per Pirandello e Sciascia. “Noi non vogliamo limitarci a organizzare un convegno con degli scrittori – spiega Cavallaro – ma vogliamo coinvolgere le attività produttive locali. E per non ripetere gli errori del passato – come dice l’assessore Stancheris – abbiamo deciso che la strada degli scrittori è di tutti, quindi noi nasciamo con l’idea di un progetto in cui poi possano convogliare tante risorse e tante idee”. “E’ un progetto pilota – spiega Alessandro Rais – direttore dell’assessorato Turismo – su cui abbiamo deciso di investire”.

Saranno quattro i documentari che saranno proiettati allO Sciacca Film fest, tutti dedicati agli scrittori siciliani. “Racalmuto, Isola nell’isola”, di Dario Guarneri, dedicato a Leonardo Sciascia, “Lo sguardo del principe – la Donnafugata del Gattopardo”, di Davide Gambino su Giuseppe Tomasi di Lampedusa, e infine i due corti di Ruben Monterosso e Federico Savonitto, che presentano “Paesaggio Pirandelliano – i luoghi dell’anima di Luigi Pirandello” e “Andrea Calogero Camilleri – il santo e lo scrittore”, che narra la vicenda della nascita di Andrea Camilleri avvenuta a Porto Empedocle il giorno del patrono a cui la madre lo aveva votato. Cortometraggi realizzati dagli ex allievi del corso di documentario del Centro sperimentale di cinematografia di Palermo e che verranno presentati in anteprima l’11 settembre a Sciacca con replica a Racalmuto il giorno seguente.

LA REDAZIONE

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.