Agrigento, Basket, Sport

Mezzogiorno “stregato” per la Fortitudo Agrigento, vince Treviglio

Questo articolo è stato visto 102 volte.

 Mezzogiorno stregato per la Fortitudo Agrigento. I biancazzurri privi di Zilli e Fontana non sono riusciti a battere Treviglio. Al PalaFacchetti, Agrigento, ha lottato riuscendo anche a portare dalla sua parte un parziale di 8 a 0. Non sono bastati i 24 punti di Cannon e l’esperienza del capitano, Marco Evangelisti. Vince Treviglio che si impone con il punteggio di 94 a 68. Nel finale coach Ciani ha perso per somma di falli anche Pepe, Bell e Sousa.

 In partita coach Ciani sceglie il quintetto composto da: Bell, Cannon, Evangelisti, Ambrosin e Guariglia. E’ Roberts a segnare il primo canestro dal campo della partita, al pronti via è 3-0 per i padroni di casa. Bell prova a spegnere il digiuno dai punti della sua Fortitudo Agrigento, ma la sua virata trova solo il ferro. E’ il capitano Marco Evangelisti ha regalare la prima tripla di giornata alla sua squadra: 5-3.  Treviglio risponde subito con Roberts che non sbaglia: 7-3. Coach Ciani chiama in panchina Lorenzo Ambrosin, due falli per lui, in campo Simone Pepe. Treviglio trova il +6 grazie a Nikolic. Borra atterra su Guariglia, fallo: due su due dalla lunetta. Secondo cambio per la Fortitudo Agrigento, fuori lo stesso Guariglia per Sousa. Palumbo commette fallo su Pepe, per lui sono tre tiri liberi: tre su tre per lui. Agrigento torna in partita portandosi sul -3. Sousa commette fallo su D’Almeida, sono due tiri liberi che il giocatore non sbaglia: 13-8. Cannon si affida al fisico e non sbaglia. Il primo periodo di gioco si chiude in vantaggio per Treviglio, i padroni di casa si impongono con il punteggio di 15-10.

 Nel secondo periodo di gioco è la Fortitudo Agrigento a partire forte, Sousa vola via e fissa il momentaneo – 3. Pepe gioca bene con Cannon, canestro e biancazzurri a canestro. Il sorpasso di Agrigento è firmata da Marco Evangelisti, tripla: +1. Contro sorpasso Treviglio, D’Almeida scappa via e schiaccia. E’ Palumbo a infilare una tripla, Agrigento si affida a Cannon e non sbaglia. Treviglio torna in avanti grazie a Nikolic: 22-18. Cannon non demorde e torna al canestro: 22-20. Bell scappa via, Palumbo commette fallo e sono due tiri liberi: uno su due. Treviglio attacca con Pecchia, canestro. Sfondamento di Borra su Bell, fallo. Capovolgimenti di fronte continui, Cannon trova canestro e fallo: 29-26. Ambrosin mette il sigillo e lo fa con una tripla. Treviglio fissa il + 10 e lo fa con il suo uomo migliore, Pecchia. La Fortitudo Agrigento reagisce e lo fa con Cannon: 41-31. A riposo lungo è ancora il roster di coach Ciani ad essere in svantaggio.

 Nel terzo periodo di gioco la Fortitudo Agrigento reagisce con Guariglia, tripla. Bell serve Ambrosin che prova il tiro dai tre punti, ma trova il ferro. Lotta la Fortitudo Agrigento, è ancora Ambrosin sotto canestro a guadagnare punti e tiro libero: 55-38. Nikolic porta avanti ancora Treviglio. Agrigento non molla è Cannon a trovare punti, torna a canestro anche Ambrosin, sua la “bomba” della reazione. I biancazzurri si affidano alle mani di Pepe, sua la tripla dalla lunga distanza. Il terzo quarto si chiude a favore con dei padroni di casa, è Reati a infilare una tripla sulla sirena: 71-51.

 L’ultimo quarto si apre con un canestro di Roberts. Palumbo frana su Pepe ed è fallo, l’arbitro dà un tecnico al giocatore della Fortitudo Agrigento che deve abbandonare il campo. Coach Ciani chiama sul parquet Giuseppe Cuffaro. I padroni di casa aumentano ancora di più il vantaggio. Sousa reagisce e torna ai punti: 80-58. Agrigento perde per cinque falli anche Amir Bell. Ambrosin va a segno e mette una tripla del -19. Agrigento ritrova punti preziosa e lo fa con Cannon, è lui a scappare via alla difesa di Treviglio, – 17. La squadra di Vertemati reagisce ancora, Pecchia prova la giocata e non sbaglia. Agrigento perde per cinque falli anche Sousa, in campo Guariglia. Evangelisti serve Cannon che schiaccia di rabbia. E’ ancora il capitano della Fortitudo Agrigento a trovare punti, tripla di Evangelisti. Treviglio non si ferma e va ancora a canestro con Borra. Subisce fallo Giuseppe Cuffaro, dalla lunetta fa uno su due. In campo anche Paolo Nicoloso.  Ci riprova ancora Cuffaro, ma la sua palla si spegne nel tabellone. Vince Treviglio che si impone con il punteggio di 94 a 68.
Remer Blu Basket Treviglio – M Rinnovabili Agrigento 94-68 (15-10, 26-21, 30-20, 23-17)
Remer Blu Basket Treviglio:  Pecchia 22 (4/7, 3/5),  Nikolic 15 (2/5, 2/3), Roberts 13 (4/5, 1/4), Caroti 11 (3/6, 1/1),  Borra 10 (3/6, 0/1),  D’almeida 9 (3/5, 0/0),  Reati 8 (1/1, 2/2), Palumbo 6 (0/0, 2/4), Tiberti 0 (0/0, 0/0), Soma Abati toure 0 (0/0, 0/0), All Vertemati

Belotti 0 (0/0, 0/1), Siciliano 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 21 / 26 – Rimbalzi: 39 9 + 30 (Mitja Nikolic, Jacopo Borra , Ursulo D’almeida 7) – Assist: 26 (Mitja Nikolic, Lorenzo Caroti 7)

M Rinnovabili Agrigento:  Cannon 24 (10/11, 0/2), Ambrosin 11 (1/4, 3/7),  Evangelisti 9 (3/6, 1/3), Bell 8 (2/5, 1/3), Pepe 6 (0/1, 1/5), Guariglia 5 (0/2, 1/4), Sousa 4 (2/4, 0/2),  Cuffaro 1 (0/1, 0/1),  Nicoloso 0 (0/0, 0/0),  Zilli 0 ne. All Ciani

Tiri liberi: 11 / 15 – Rimbalzi: 22 6 + 16 (Jalen Cannon 11) – Assist: 9 (Marco Evangelisti, Simone Pepe 3)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.