Cronaca, Messina, Province

Migranti: sbarco sulla spiaggia Taormina, fermato scafista russo

Questo articolo è stato visto 311 volte.

Uno scafista russo di 33 anni e’ stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto dai carabinieri della Stazione di Taormina. E’ accusato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, per avere condotto un motoveliero con a bordo iracheni e curdi. Il gommone di piccole dimensioni era stato notato nella serata del 14 ottobre, durante un servizio perlustrativo: si era arenato nella spiaggia di localita’ Cantone del Faro. I carabinieri hanno trovato nascosto sotto una coperta, il russo, accertando che lo straniero, servendosi del piccolo natante, aveva trasbordato da una imbarcazione piu’ grande, un motoveliero ancorato al largo, 4 migranti che appena giunti sulla terraferma, si erano dati alla fuga facendo perdere le proprie tracce. A bordo del natante, ancorato al largo di Taormina e poi scortato sino al porto di Riposto (Catania), c’era un secondo scafista russo e sei migranti di nazionalita’ irachena ed iraniana. Al termine degli accertamenti anche il secondo scafista russo e’ stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto. Sia il veliero che il gommone sono stati sequestrati e lo scafista russo condotto nel carcere di Messina-Gazzi.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.