Canicattì, Comuni, Cronaca, Cultura & Spettacolo

Misure urgenti per garanzia dell’incolumità e la sicurezza pubblica durante il Carnevale Canicattinese 2019

Questo articolo è stato visto 323 volte.

Si informa che con ordinanza sindacale n.27/2019 sono state approvate delle misure urgenti al fine di garantire l’incolumità e la sicurezza pubblica in occasione del Carnevale Canicattinese edizione 2019.

Nello specifico sono vietate:

la somministrazione di bevande alcoliche ai minori di anni 18 nonché la vendita, detenzione e consumo di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione nelle aree pubbliche;

dalle 16:00 del 2 marzo alle 6:00 del 6 marzo c.a. vendere e somministrare bevande alcoliche nelle aree pubbliche dove si svolgeranno le manifestazioni e nei luoghi di aggregazione e in tutti i luoghi affollati; l’esposizione di messaggi rivolti ai partecipanti alle manifestazioni incitanti ad un uso incontrollato di bevande alcoliche; la vendita di bevande in bottiglie di vetro e/o lattine a tutti gli esercenti commerciali ed agli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande a posto fisso ed ambulanti; nelle aree pubbliche dove si svolgeranno le manifestazioni, nei luoghi di aggregazione e in tutti i luoghi affollati, introdurre e/o consumare bevande di qualsiasi genere in bottiglie o contenitori di vetro o lattine; la vendita e l’accensione non autorizzata in tutto il centro urbano di prodotti pirotecnici di ogni genere (compresi quelli di libera vendita), nonché il divieto di spray al peperoncino e di corpi contundenti (bastoni e similari).

Sono autorizzate le attività musicali limitatamente alle manifestazioni in programma non oltre le 2:00 del giorno successivo con le dovute misure atte ad impedire l’esposizione di persone in prossimità di sorgenti sonore dove i livelli di pressione acustica superino il valore 95dN(A) di Leq; è facoltà degli esercenti di attività commerciale e pubblici servizi di anticipare gli orari di apertura e chiusura delle proprie attività in relazione agli orari delle manifestazioni in programma.

I trasgressori alla suddetta ordinanza saranno soggetti a sanzione amministrativa da €.25,00 a €.500,00

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.