Agrigento, Comuni, Politica

Pullara: La pubblicazione degli elenchi dei dipendenti delle società che svolgono servizio per le pubbliche amministrazioni è un obbligo di legge.

Questo articolo è stato visto 106 volte.

“Presentata apposita istanza di accesso agli atti per capire se comuni e liberi consorzi hanno ottemperato. Esiste una precisa norma”spiega Pullara“che è descritta nell’Art. 34, legge regionale, 21 Maggio 2019, n 7 e che prevede l’obbligo, per gli enti locali, aziende sanitarie o enti pubblici in generale, di provvedere alla pubblicazione, in un’apposita sezione del portale web dedicata alla trasparenza, dell’elenco aggiornato di tutte le aziende erogatrici di beni e servizi presso l’ente medesimo.
Detto elenco deve riportare il numero, i nominativi, le mansioni e la tipologia contrattuale per il personale assunto da ciascuna azienda, anche partecipata”. – E’ il commento del Presidente della Commissione Speciale di Indagine e Monitoraggio delle leggi l’onorevole di “Prima l’Italia” Carmelo Pullara.   – Già circa un anno fa avevo posto all’attenzione la questione audendo, nella commissione che presiedo, il governo, invitandolo ad emanare apposita direttiva per porre in essere l’adempimento, evidenziando nel contesto dell’audizione, che i due ambiti maggiormente nevralgici, ai fini della permeabilità alle assunzioni cosiddette di favore, risultano essere due: quello relativo alla gestione del servizio idrico e quello relativo alla gestione dei rifiuti.
Successivamente a fine maggio ho ritenuto necessario ritornare sull’argomento con una apposita interrogazione per sapere quali azioni il Governo regionale per le autonomie locali e la funzione pubblica avessero posto in essere per garantire il rispetto della norma.
A questo punto, vista l’importanza del tema e i ritardi nelle risposte ho reputato necessario andare direttamente alla fonte attraverso una richiesta di accesso agli atti presso i liberi consorzi di Agrigento, Caltanissetta, Enna, Palermo e Trapani e presso i comuni di Agrigento, Canicattì, Palma di Montechiaro e Sciacca per sapere se gli enti abbiano ottemperato alla norma.
In un periodo nel quale ci avviciniamo alla campagna elettorale per il rinnovo del Parlamento Regionale il tema risulta quanto mai attuale e di primaria importanza”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.