Aragona, Sport, Volley

Salvezza in Serie A2 all’ultimo respiro per la Seap Dalli Cardillo Aragona: battuto il Modica 3-1

Questo articolo è stato visto 96 volte.

Ultima giornata di Pool Salvezza da pazzi. Un sabato pallavolisto vietato ai malati di cuore culminato con un risultato che in pochi credevano alla vigilia: la Seap Dalli Cardillo Aragona conquista la permanenza in A2 grazie alla vittoria casalinga in prima serata contro il Modica per 3-1 e grazie, soprattutto, alle concomitanti sconfitte nel primo pomeriggio del Club Italia Milano in casa contro il Marsala e del Sant’Elia sul campo del Vicenza. Incredibile, ma è tutto vero: un sabato perfetto, indimenticabile che entra di diritto nella breve ma intensa storia della Pallavolo Aragona. È festa al PalaMoncada per un traguardo sognato, sperato e raggiunto con grande sacrificio, umiltà, determinazione e una Pool Salvezza giocata in maniera quasi perfetta. Le aragonesi ci hanno creduto e alla fine hanno gioito, hanno pianto, consapevoli di aver compiuto un autentico miracolo sportivo. Contro il già retrocesso Modica, la Seap Dalli Cardillo Aragona è partita contratta, disorientata, commettendo parecchi errori. La tensione ha giocato un brutto scherzo al sestetto di casa, incapace di tenere testa alle avversarie. Sapere di essere le artefici del proprio destino ha praticamente ammorbidito le braccia di Caracuta e compagne, che hanno perso malamente il primo set, 21-25. Poi il sestetto di Giangrossi si sveglia e inizia tutta un’altra partita. Il pubblico di casa dà una grossa mano di aiuto e la partita cambia padrona. La Seap Dalli Cardillo Aragona mura e attacca con alte percentuali, serve con precisione e potenza, difende con il coltello fra i denti ed il Modica cede di schianto. Tutti i parziali certificano il predominio aragonese: 8-4, 16-12, 21-18. Qualche brivido nel finale, ma il “pari set” è servito: 25-22. La battaglia prosegue nel terzo set ed è ancora dominio delle ragazze di casa: 8-7 e 16-11. Il Modica non riesce a tenere il passo indiavolato della Seap Dalli Cardillo Aragona che sbaglia il minimo sindacale: 21-15. Tutto gira alla perfezione in casa Aragona ed è sorpasso nel conto dei set: 25-19.
Il quarto set, il più importante della stagione, inizia nel segno dell’equilibrio. Si gioca punto a punto fino al 5-4. Il tie-break penalizzerebbe la Seap Dalli Cardillo Aragona che per salvarsi deve conquistare l’intera posta in palio. E allora il derby siciliano torna prepotentemente in mano alle padrone di casa che buttano il cuore oltre l’ostacolo. Grinta e tecnica consentono alla Seap Dalli Cardillo Aragona di confezionare l’allungo decisivo, il più bello e importante della stagione: 16-10. Il finale è pura poesia per i tifosi di casa. Aragona corre verso il traguardo della permanenza in A2 senza grosse difficoltà e capitan Caracuta firma la straordinaria salvezza mettendo a terra il pallone del 25-16, che “vale come la conquista dello scudetto”, dirà a fine gara l’ex palleggiatrice della nazionale italiana.



A fine gara la società della Seap Dalli Cardillo Aragona ha premiato la migliore in campo e la migliore top scorer del match, grazie alla fattiva collaborazione degli sponsor CVA di Canicattì e Blanco Azienda Dolciaria di Niscemi. Il premio Top Scorer del match CVA Canicattì, con il prestigioso vino Centuno in versione magnum, è andato alla schiacciatrice del Modica, Marika Longobardi, mentre il premio MVP, miglior giocatrice del derby, “Dolcemente Blanco”, la confezione di gustosissimi dolci di produzione artigianale, è stato vinto dal libero della Seap Dalli Cardillo Aragona, Federica Vittorio Entrambi i riconoscimenti sono stati consegnati dalla docente del liceo classico Empedocle di Agrigento, Annalisa Gibilaro, moglie di Sergio Vella dell’azienda Seap, main sponsor della Pallavolo Aragona.



Il tabellino


SEAP DALLI CARDILLO ARAGONA: Caracuta 3, Dzakovic 18, Negri 5, Stival 20, Zech 18, Cometti 5, Vittorio (L), Zonta 1, Bisegna 1, Ruffa, Casarotti. All. Giangrossi.


EGEA PVT MODICA: Saccani, Longobardi 24, Salamida 10, Brioli 1, M’bra 23, Antonaci 5, Salviato (L), Gridelli 1, Bacciottini, Ferro. Non entrate: Ferrantello (L), Gulino. All. D’amico.


ARBITRI: Marigliano, Lanza.


NOTE

Durata set: 27′, 32′, 26′, 25′; Tot: 110′.


Top scorers: Longobardi M. (24) M’Bra J. (23) Stival S. (20)


Top servers: Stival S. (4) M’Bra J. (2) Cometti B. (2)


Top blockers: Negri M. (4) Salamida L. (2) Longobardi M. (2)


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.