Agrigento, Comuni, Cronaca, Province

San Giovanni Gemini: uccide fidanzata e suocera, poi si toglie la vita

Questo articolo è stato visto 607 volte.

08:45 –  E’ stato dopo le 8 di stamattina, quando il padre del bambino che custodiva, Concetta Traina, dove lavorava come babysitter, sempre puntuale e precisa e per questo il padre del bambino che accudiva si è insospettito per l’assenza ingiustificata, del proprio figlio a scuola, ha telefonato senza avere risposte e alla fine si è recata in casa della donna: ha suonato, ma senza ancora avere risposte. I vicini gli hanno detto che non vedevano le due donne da ieri sera. Il sospetto è diventato allarme e l’uomo ha telefonato al 112. Sono stati così i carabinieri a trovare i corpi di madre e figlia e del fidanzato della babysitter. La tragedia si sarebbe consumata la notte scorsa. È quanto ricostruito da carabinieri dopo avere ascoltato i vicini di casa, a tre elevazioni di via Leopardi che hanno riferito di avere sentito dei rumori e delle urla verso le tre. Il giovane di 27 anni, di San Giovanni Gemini, Mirko Lena, prima di uccidersi e lasciare un messaggio “E’ finito il buio”, ha ucciso prima, la sua fidanzata, Concetta Traina, anche lei di 27 anni,  nel primo piano e poi la madre Angelina Reina, 71 anni, che si trovava al secondo piano, con un’arma da taglio. Poi avrebbe scritto su un muro il messaggio e avrebbe lasciato un libro della Divina commedia aperto su una pagina dell’Inferno.  Per poi recarsi, al terzo piano, facendola finita, impiccandosi.  

LA REDAZIONE

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.