Agrigento, Comuni, Cronaca, Porto Empedocle, Province

Sbarco a Porto Empedocle di 100 migranti e 2 cadaveri

Questo articolo è stato visto 880 volte.

06:00 – Concluse a Porto Empedocle le operazioni di sbarco di 100 migranti e 2 cadaveri recuperati nel Canale di Sicilia dal pattugliatore d’altura CP 920 “GREGORETTI” della Guardia Costiera. L’unità, di 63 metri di lunghezza ed un dislocamento di 2.153 tonnellate, nella giornata di ieri – su disposizione della Centrale Operativa del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto (Centro nazionale di coordinamento del soccorso marittimo) – era stata dirottata in zona d’operazioni per recuperare i migranti soccorsi da due motovedette della Guardia Costiera e da un rimorchiatore d’altura dopo l’affondamento della loro imbarcazione, avvenuto circa 30 miglia a nord di Tripoli.

Il pattugliatore “GREGORETTI”, al comando del Tenente di Vascello (CP) Gian Luigi Bove, è giunto agli ormeggi presso la banchina Todaro poco prima delle 19.00. Alcuni dei migranti hanno fatto ricorso alle cure del personale sanitario: tra di loro, due donne in stato di gravidanza all’ultimo mese (una delle quali con ustioni estese su tutto il corpo) ed una donna, a sua volta ustionata, già sotto costante controllo a bordo a cura dei medici del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta assegnati all’unità, hanno ricevuto immediata assistenza e sono stati trasportati in ambulanza all’Ospedale Civile di Agrigento. Militari della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di P. Empedocle hanno fornito supporto al dispositivo delle forze di polizia e degli operatori socio-sanitari, coordinato dall’Autorità di P.S. (presenti in banchina anche il Prefetto Dott. Nicola Diomede ed il Questore Dott. Mario Finocchiaro), cui i migranti sono stati affidati, dopo il nulla-osta allo sbarco da parte dell’Ufficio di Sanità Marittima, per gli adempimenti di rito e il successivo trasferimento presso idonee strutture.

Dopo l’ispezione cadaverica a cura di personale dell’ASP, le salme (due sorelle nigeriane di 21 e 23 anni: altre due sorelle scampate al naufragio erano tra i sopravvissuti) sono state trasferite alla camera mortuaria dell’Ospedale Civile di Agrigento, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Alle ore 8.00 di domani mattina è previsto l’arrivo in rada a P. Empedocle del mercantile statunitense LIBERTY GRACE, di 190 metri di lunghezza e 28.836 tonnellate di stazza lorda, con a bordo 270 migranti. L’unità non potrà fare ingresso in porto a causa del notevole pescaggio dello scafo e degli scarsi fondali all’imboccatura: per tale motivo la sala operativa della Capitaneria di Porto coordinerà le operazioni di trasbordo e sbarco con impiego delle unità navali della Guardia Costiera e delle altre amministrazioni.

Dall’inizio dell’anno, compresi gli arrivi di oggi, sono 13.965 i migranti (più 4 cadaveri) sbarcati a P. Empedocle in occasione di 53 operazioni di trasbordo o sbarco, coordinate dalla Capitaneria di Porto – Guardia Costiera, che hanno interessato 61 unità (26 delle quali della Guardia Costiera), cui si aggiungono 2.057 migranti trasferiti con il traghetto di linea per le isole Pelagie e 125 migranti intercettati in mare, o rintracciati a terra, in occasione di 10 operazioni di contrasto al fenomeno migratorio che hanno coinvolto personale e mezzi della Guardia Costiera, per un totale di 16.147 persone (più 4 cadaveri) giunte a P. Empedocle nel 2014.

LA REDAZIONE

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.