Comuni, Cultura & Spettacolo, Grotte

Venerdi 12 luglio in Piazza Umberto I, la 17esima edizione del Premio Nino Martoglio, Città di Grotte

Questo articolo è stato visto 158 volte.

Si terrà venerdi 12 luglio in Piazza Umberto I, con inizio alle ore 21.00, la 17^ edizione del Premio “Nino Martoglio” Città di Grotte, ideato e diretto da Aristotele Cuffaro. La manifestazione sarà presentata da Francesco Bellomo e Claudia Tosoni. Il riconoscimento, per l’anno 2019, verrà conferito: – Premio Speciale “Gregorio Napoli” a Luigi Lo Cascio; – Premio Speciale “Francesco Pillitteri” ad Antonio Presti; – Premio Speciale per i meriti artistico-musicali ad I Lautari. La cerimonia di consegna dei riconoscimenti terminerà con la proiezione del film “La città ideale” (2012) di Luigi Lo Cascio. Luigi Lo Cascio: attore e regista. Nel 1992 si diploma all’Accademia nazionale d’arte drammatica Silvio D’Amico con un saggio su Amleto, diretto dal Maestro Orazio Costa. Nel 2000 vince il David di Donatello, come migliore attore protagonista per I cento passi, regia di Marco Tullio Giordana. Nel 2001 vince la Coppa Volpi come miglior attore al Festival del cinema di Venezia per Luce dei miei occhi di Giuseppe Piccioni. Nel 2005 dirige e interpreta Nella tana, un monologo tratto dall’ultimo racconto di Franz Kafka, La Tana, spettacolo con cui vince il Premio UBU quale migliore attore. Nel 2006 lavora con Luca Ronconi nello spettacolo Il silenzio dei comunisti, vincendo nuovamente nell’edizione 2006-2007 il Premio UBU come migliore attore protagonista. Tra gli altri suoi lavori: Buongiorno notte, regia di Marco Bellocchio, La bestia nel cuore, regia di Cristina Comencini, Il dolce e l’amaro, regia di Andrea Porporati, e Sanguepazzo, regia di Marco Tullio Giordana. Nel 2012 pubblica i testi teatrali La caccia/Nella tana per la Neos Edizioni, a cura di Roberto Rossi Precerutti. Esordisce come regista nel 2012 con La città ideale, film presentato alla 69ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Nel 2018 il suo esordio narrativo: Ogni ricordo un fiore, edito da Feltrinelli. Antonio Presti, imprenditore e mecenate. Ereditata l’azienda paterna a ventisette anni, ha affiancato all’attività imprenditoriale quella di mecenate. In memoria del padre commissionò all’artista Pietro Consagra la realizzazione della scultura all’aperto La materia poteva non esserci, nella fiumara del fiume Tusa: la prima delle numerose opere che costituiscono la Fiumara d’arte, un museo all’aperto a cui il nome di Presti è legato. È proprietario dell’«Atelier sul mare», un albergo le cui stanze sono affrescate da artisti contemporanei. È stato promotore della riqualificazione del quartiere Librino di Catania. I Lautari: gruppo musicale catanese. Nato nel 1987, ha portato alla ribalta la musica tradizionale siciliana adattandola al gusto moderno. Gli elementi del gruppo sono polistrumentisti e cantanti di lunga esperienza il cui approccio alla musica è essenzialmente acustico, con l’attenzione particolare per il suono degli strumenti tradizionali: mandolino, mandola, mandoloncello, bouzouki, chitarra classica, chitarra acustica, contrabbasso, fisarmonica, organetto, piva, chalumeaux, clarinetti, flauti e percussioni. Nell’arco della loro carriera i Lautari hanno avuto modo di collaborare in teatro con vari artisti e registi, come Pino Micol, Gabriele Lavia, Franco Zeffirelli, Giorgio Albertazzi, Donatella Finocchiaro, Armando Pugliese, Peppe Barra, Bruno Torrisi e di partecipare a numerose rassegne, come il Club Tenco e Arezzo Wave. In particolare, il gruppo ha preso parte alla realizzazione di alcuni film, tra cui La lupa di Lavia e Storia di una capinera di Zeffirelli.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.