Comuni, Licata, Politica

I tempi stringono per la attingere al finanziamento regionale per le spese di progettazione del PUG. Pullara: il Sindaco di Licata, Galanti, ancora niente

Questo articolo è stato visto 288 volte.

“I tempi stringono e le risorse finiscono. Come si suol dire chi prima arriva meglio alloggia, ancora nessuna richiesta è stata presentata dall’amministrazione Galanti per attingere al finanziamento regionale per le spese di progettazione del PUG ( Piano Urbanistico Generale ex Piano Regolatore). Condivido l’appello lanciato nei giorni scorsi dall’ex Sindaco Angelo Biondi al Galanti e alla sua giunta di attivarsi urgentemente e non perdere anche questa opportunità.” – Sono le parole dell’on. Carmelo Pullara Presidente della Commissione speciale per il monitoraggio e l’attuazione delle leggi. “ Ho letto con interesse” – scrive Pullara – “la nota stampa dell’ex Sindaco di Licata Angelo Biondi con la quale invitava l’amministrazione comunale di Licata a cogliere l’opportunità di attingere al finanziamento regionale ( fino a 150 mila euro per i comuni come Licata) per le spese di progettazione del PUG (Piano urbanistico generale). Ebbene apprendo che nessuna risposta è arrivata dal primo cittadino e da altro membro della sua giunta. Condivido appieno l’appello lanciato da Biondi per un celere e fattivo impegno da parte dell’amministrazione Galanti a non sprecare anche questa opportunità.
Bisogna sbrigarsi in quanto la richiesta per accedere al citato finanziamento va presentata entro e non oltre i 30 giorni dalla pubblicazione del relativo Decreto sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Sicilia. Dice bene l’ex Sindaco Biondi quando dichiara che per Licata è un’occasione imperdibile visto che il vecchio PRG è scaduto da oltre un decennio e considerata la possibilità di far rientrare nel PUG anche il Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo2.
“Il decreto” – spiega Pullara – “attua una norma introdotta nell’ultima legge di stabilità regionale , con cui l’Assessorato regionale del territorio e ambiente stanzia i primi 500 mila euro da distribuire ai comuni per sostenere le spese per la redazione , la revisione e la rielaborazione degli strumenti territoriali e urbanistici, dei piani attuativi e degli studi di settore specialistici affidati a professionisti .
Galanti e la sua giunta” – conclude Pullara – “non facciano orecchie da mercanti e si attivino urgentemente per avanzare richiesta al suddetto finanziamento e per non far perdere l’ennesima occasione per la città di Licata”

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.