Licata: Sequestro di tonni da parte della Guardia Costiera

Questo articolo è stato visto 38 volte.

Stanotte i militari della Guardia Costiera, appartenenti all’Ufficio Circondariale Marittimo di Licata, durante l’attività di monitoraggio e controllo, hanno accertato la presenza in commercio di esemplari di prodotto ittico privi di qualsiasi elemento che ne garantisse la tracciabilità, elemento essenziale per fornire al consumatore la certezza della provenienza e della qualità del pescato.
Le attività di controllo espletate nel corso dell’operazione hanno portato al sequestro di un esemplare di tonno rosso e due esemplari di tonno
alalunga, per un totale di circa 60 Kg di prodotto, ed all’elevazione di sanzioni amministrative per un totale di 9.500 euro.
Prosegue, inoltre, l’attività di vigilanza e di controllo svolta dal personale appartenente all’Ufficio Circondariale Marittimo di Licata, che mira a garantire il puntuale rispetto, da parte degli operatori della pesca, della normativa comunitaria e nazionale e a salvaguardare la salubrità dei prodotti che ogni giorno finiscono sulle tavole delle famiglie siciliane.
Il Comandante Pilogallo, nell’esprimere soddisfazione sia per l’ottimo lavoro fatto dai militari dell’Ufficio Circondariale che per il risultato
raggiunto durante l’attività di controllo, raccomanda all’utenza di accertarsi, prima del consumo, che il prodotto ittico sia conforme a quanto prevede la normativa in tema di tracciabilità e provenienza.

Replica con un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*